Ritrovare te stesso? Iniziamo proprio da qui!

Questa è l’ultima settimana prima dell’inizio delle mie vacanze e desidero salutarti con questo articolo 🙂

Per una paio di settimane sarò a stretto contatto con la natura e poi tornerò operativa!

In periodi di lavoro intenso può capitare di perdere di vista noi stessi e i nostri obiettivi.

Oggi voglio parlarti proprio di questo: come ritrovare te stesso e il contatto con la tua parte più vera.

 

Arianna Monaldi Life Coach

 

Soprattutto in estate tra i numerosi impegni, le uscite, il ritrovarsi con gli amici e la voglia di stare in compagnia può capitare di dimenticarci un po’ di noi stessi.

Ciò non è mai utile.

Non ricordarci di noi stessi è il primo passo verso ansia, insoddisfazione e depressione.

 

Ecco 3 modi per ritrovare te stesso:

 

1) La lista delle tue qualità

 

Andare sulla luna, non è poi così lontano. Il viaggio più lontano è quello all’interno di noi stessi.
Anaïs Nin

 

Trova un posto tranquillo in cui poter rimanere in contatto con te stesso.

Prendi carta e penna e fai una lista delle tue qualità.

Quali sono quelle caratteristiche che ti rendono unico?

Quali qualità lasceresti in eredità ai tuoi figli?

Lascia che piano piano le parole possano emergere, concediti il giusto tempo.

 

 

Se all’inizio trovi faticoso questo esercizio non preoccuparti, è normale.

Siamo così abituati a criticarci che spesso finiamo per trovare difficile individuare i nostri punti di forza.

Non scoraggiarti perché si tratta semplicemente di allenamento.

Osservati come se potessi guardarti dall’esterno: quali sono le qualità che ti riconosci?

Scrivile una ad una, ed una volta completata la tua lista fai qualche respiro profondo e poi rileggila.

Congratulati con te stesso perché hai fatto il primo passo verso l’imparare ad apprezzarti.

Apprezzarsi è fondamentale per ritrovarsi: fino a quando continuiamo a criticarci, infatti, interrompiamo ogni contatto con la nostra parte più intima e vera.

 

2) Scegli cosa tenere e cosa lasciar andare

 

Quanto più capisci te stesso, tanto più capirai il mondo.
Paulo Coelho

 

Agosto è un mese molto importante per la nostra consapevolezza e crescita.

In tempi antichi questo era per i nostri antenati il mese in cui si celebrava il raccolto: tutto si fermava per le celebrazioni, guerre comprese. Era la festa dell’abbondanza, della prosperità, un’occasione per riunirsi e stare insieme.

Da questa tradizione derivano le ferie che anche noi solitamente facciamo in Agosto.

Oltre a celebrare il raccolto si sceglieva quale grano destinare al pane e quale riseminare.

Il grano rappresenta metaforicamente la ricchezza che è dentro ognuno di noi, i nostri pensieri, i nostri talenti e persino le nostre resistenze.

 

tempo per se stessi

 

Agosto è quindi un momento molto propizio per scegliere quali pensieri tenere e trasformare e quali lasciar andare.

Connettersi con i cicli della natura e con i nostri antenati è qualcosa di molto potente.

Ti consiglio quindi di creare dei piccoli bigliettini e scrivere sopra ad essi quali pensieri vuoi trasformare e quali lasciar andare.

Crea tutti i bigliettini che desideri e poi seppelliscili in un luogo sicuro sapendo che la terra li custodirà e metaforicamente, come fa con il grano, li farà germogliare.

Scegliere pensieri potenzianti aiuta a ritrovare noi stessi: realizzare questo rito nel mese di Agosto è molto importante e significativo.

Osserva, senti e percepisci dentro di te il potere di scegliere a quali nuovi pensieri dare il benvenuto e quali invece lasciar andare perché non ti servono più.

 

3) Un giorno speciale

 

La vostra visione apparirà più chiara soltanto quando guarderete nel vostro cuore.
Chi guarda l’esterno, sogna. Chi guarda all’interno si sveglia.
C. G. Jung

 

L’ultimo suggerimento che desidero darti è quello di trascorrere del tempo speciale con la persona più importante della tua vita.

Chi? Te stesso.

L’ideale sarebbe un’intera giornata ma anche un paio di ore sono sufficienti per iniziare.

Talvolta siamo così abituati a stare a contatto con gli altri o a tenere la mente impegnata su mille questioni che fatichiamo a focalizzarci su noi stessi.

Il giorno che sceglierai sarà speciale perché sarà un dono per te stesso.

Qualche giorno fa mi sono presa del tempo per me, lo faccio spesso perché mi aiuta a riordinare le idee e ritrovare il focus.

Ho scelto di fare una passeggiata nella natura e ascoltarmi.

Il tempo è trascorso velocemente tuttavia è stato molto intenso: ogni volta che i pensieri si allontanavano da me e si dirigevano al lavoro, ai problemi, a tutto ciò che accadeva fuori, li riportavo gentilmente a me.

 

 

Ti consiglio di trascorrere del tempo in un luogo che ti faccia sentire protetto e al sicuro e se possibile a contatto con la natura.

Osserva poi come ti sentirai una volta conclusosi il tempo che ti sei dedicato. Per aiutarti puoi porti queste domande:

Quali emozioni sto provando?

Cosa è emerso?

Quali nuove consapevolezze ho acquisito?

Come mi sento fisicamente e mentalmente?

 

Fai in modo che il trascorrere del tempo di qualità con te stesso diventi una sorta di rituale.

Cosa significa?

Significa che è importante che tu riesca ogni giorno a dedicarti un piccolo spazio, possono essere anche venti minuti.

Infatti è improbabile ritrovare sé stessi con una singola passeggiata di un paio di ore. Servono costanza, impegno e lavoro su noi stessi.

Nel tempo potrai percepirne tutti i benefici.

Oggi è il momento perfetto per iniziare il tuo cambiamento per vivere finalmente la vita che vuoi 🙂

Se ti va puoi lasciarmi un commento, sarò felice di leggerti e risponderti e se l’articolo ti è piaciuto puoi condividerlo sui social !

Ti auguro buone vacanze