Ti capita di sentirti triste?

Allora questo articolo fa per te. Capita a tutti di sentirsi tristi tuttavia ci sono periodi in cui questo sentimento è particolarmente forte in noi.

Può essere a causa di qualcosa che ci sta accadendo o semplicemente per pensieri che occupano la nostra mente.

In ogni caso oggi desidero fornirti 3 utili suggerimenti per cambiare il tuo stato.

Prima però voglio raccontarti qualcosa di me.

Per molti anni della mia vita la tristezza mi ha accompagnata. Direi per tutta la mia adolescenza.

Ho passato almeno 10 anni buoni immersa nel pessimismo, nella rabbia e nella tristezza.

Guardandomi indietro credo di poter dire con una certa sicurezza di aver trascorso quegli anni nella morsa della depressione che altro non è che la mancanza di espressione.

Non riuscivo a riconoscere, gestire e canalizzare le mie emozioni. Tutto per me era un baratro buio. Ogni mattina i miei pensieri erano distruttivi, ce l’avevo con il mondo e soprattutto con me stessa.

Giravo per le strade della mia vita con gli occhi del cuore chiusi, con la paura di essere ferita, con l’angoscia che ad ogni passo mi accompagnava.

Pensavo che la mia vita non fosse utile, non comprendevo il senso del mio essere qui.

Ti è mai capitato?

Oggi provo molta tenerezza e amore per il cucciolo che ero e se guardo indietro mi accorgo di aver fatto il meglio che potevo all’epoca con gli strumenti e la consapevolezza che avevo.

Guarda questa foto

 

tristezza coaching

 

Lo so è incredibile: sono sempre io! Sono passati 11 anni! In questa foto avevo 16 anni e la depressione era già mia compagna da parecchi anni.

Vorrei che tu ti soffermassi sui miei occhi e guardassi come sono cambiati.

Come da spenti sono tornati vivi! Se ci sono riuscita io puoi farlo anche tu!

Desideri sapere come ho fatto? Come ho trasformato la mia depressione in espressione?

 

Ecco per te 3 utili suggerimenti per trasformare il tuo stato ed imparare la felicità!

 

1) La crescita personale mi ha salvata

Non farti imprigionare mai dai ruoli che ti hanno (o che ti sei) dato: figlio, fratello, sorella, maschio o femmina, medico, avvocato, prete. Cerca di essere fedele solo a te stesso.

Deepak Chopra

Nel momento più buio della mia vita ho preso in mano un libro “Puoi Guarire la tua Vita” di Louise Hay.

Quel libro ha cambiato la mia vita, ho iniziato a frequentare seminari e corsi di crescita personale, sessioni di coaching e fare esercizi. La mia vita è cambiata ed ora ho fatto di ciò la mia professione e aiuto ogni giorno tante persone a ritrovare sé stesse e la felicità.

Non è sempre stato facile ma è sempre stato bellissimo. Ci sono stati giorni in cui gli esercizi ed il guardarmi dentro erano così dolorosi che non sapevo se sarei arrivata a sera. Ho pianto tantissimo e ho dato voce a tutto ciò che era dentro di me.

Ho lasciato che tutto ciò che non era funzionale uscisse da me e morisse per permettere a me stessa di rinascere.

Quando ho sentito il vento del cambiamento soffiare ed ho capito che solo io avevo il potere di scegliere dove mandare la mia vita ho avuto paura.

Tuttavia mi sono lanciata ed è stata la cosa migliore della mia vita.

 

La crescita personale ed il lavoro su me stessa hanno trasformato la mia prospettiva, il mio modo di sentire, vivere e pensare.

E tu? Lo senti il vento del cambiamento? Sei pronto a scoprire chi sei e realizzare la vita che vuoi?

 

2) L’importanza di essere grati

Se non comprendi quanto sei fortunato il tuo vivere perde il suo senso

Arianna Monaldi

Quando mi parlavano di gratitudine mi arrabbiavo moltissimo!

Forse oggi anche io ti farò arrabbiare parlandotene 🙂 Tuttavia quando qualcosa ci fa arrabbiare è perché muove qualcosa dentro di noi ed è quindi utile in ogni caso alla nostra crescita.

Quello che mi dicevo era che non c’era un piffero per cui ringraziare perché mi sembrava che tutto andasse storto e che nulla funzionasse come avrei desiderato.

Poi piano piano ho iniziato a cambiare il mio punto di vista.

 

gratitudine

 

Ogni giorno cercavo almeno una cosa per cui ringraziare, anche piccola e molto semplice.

Nei giorni peggiori dicevo grazie anche solo per il fatto di avere cibo e acqua se non mi veniva in mente nient’altro; col passare del tempo e con mia enorme sorpresa ogni giorno la lista si allungava.

Ero grata per sempre più cose! Mi stavo rendendo conto di essere fortunata!

Per più cose ringraziavo e più cose belle mi accadevano e giorno dopo giorno la mia vita si è trasformata.

Oggi ogni giorno ho una lista della gratitudine lunghissima!

 

 

3) Cosa c’è qui per me?

Ciò che pensiamo determina ciò che ci accade, quindi se vogliamo cambiare la nostra vita, dobbiamo allargare la nostra mente.

Wayne W. Dyer

Questo è uno dei più grandi insegnamenti che Lucia Giovannini mi ha trasmesso.

Ad ogni accadimento della nostra vita possiamo reagire in due modi: uno ci imprigionerà, l’altro ci renderà liberi.

Possiamo passare la vita a chiederci “Perché a me? Perché succede proprio a me?” creando così una spirale di dolore, sensi di colpa e frustrazione da cui è difficile uscire.

Nel mio periodo buio mi domandavo ogni giorno “Perché a me?” Il risultato era un perenne senso di sconforto.

Inoltre mi sembrava impossibile trovare soluzioni, mi sentivo costantemente passiva e vittima.

Poi, dopo aver ascoltato Lucia, ho iniziato a domandarmi “Cosa c’è qui per me?”

 

 

Ho compreso che in ogni esperienza della vita c’è una lezione che siamo venuti ad imparare. Una volta compresa la lezione la situazione si risolve. In questo modo la spirale di dolore si interrompe e passiamo da vittime a creatori della nostra vita.

A volte può essere difficile comprendere quale sia la lezione: immagina di guardarti dall’esterno, come se fossi uno spettatore. Può essere utile per scorgere quale sia l’insegnamento da portare a casa.

Oggi può essere il giorno perfetto per la tua nuova vita 🙂

Basta solo che tu lo voglia!

Se lo desideri puoi iscriverti alla newsletter compilando il form qui sotto, lasciarmi un commento e condividere l’articolo se ti è piaciuto.